Your address will show here +12 34 56 78
Blog, Talents

Spesso non pensiamo a cosa mettiamo ai piedi. Troppe volte partiamo dall’abito e trascuriamo l’accessorio per eccellenza che, se scelto a cuor leggero, può avvelenare il nostro look: le scarpe. Con loro entriamo letteralmente nelle mille dimensioni quotidiane. È solo grazie a loro che un insipido outfit può trasformarsi in un capolavoro di contemporanea bellezza. keep reading

0

Blog, Talents

00Una leggenda narra che nell’antichità tredici fanciulle turche, colpevoli di crimini atroci, furono imbarcate su una nave senza nocchiero dai loro coniugi e lasciate alla deriva. Dopo molte peregrinazioni e stenti in balìa del mare, approdarono su un isolotto. Sette anni più tardi, i familiari delle donne, pentitisi della loro scelta, decisero di ritrovarle e, una volta riunitisi alle loro spose, di non fare ritorno sulla terra ferma. Battezzarono l’isolotto col nome di Isola delle Femmine. keep reading

0

Blog, Talents

lookbook fw1314underwater4C’è una parola, un gergo, che spesso sentiamo nominare e che sappiamo a cosa si riferisce. Non sempre, però, quando parliamo di streetstyle siamo in grado di dargli una definizione piena, efficace ed esaustiva.  La moda e ancor prima le tendenze, in particolari periodi storici nascono dal basso, dalle sottoculture giovanili, per trasformarsi in veri e propri manifesti di rottura col mondo della convenzione.

Attinge a piene mani dalla realtà urbana il progetto Fabric Division, nato nel 2009 dalla collaborazione tra Enrico Assinelli e Linda Crivellari e giunto ormai alla sesta collezione stagionale. Tema ricorrente nelle collezioni Fabric Division è quello del riuso e dell’eco sostenibilità, sapientemente coniugato con un’estetica votata alla vestibilità. keep reading

0

Blog, Fashion Show, NEWS

Tagli netti e puliti per la collezione Spring Summer 2014 di Marco De Vincenzo della scorsa Milano fashion week. Il talentuoso designer siciliano concentra l’attenzione su materiali e pattern, rimanendo fedele a quell’universo stilistico fatto di sperimentazione e alto artigianato che da sempre lo contraddistingue. Il risultato è uno stile femminile ed estremamente sofisticato, rintracciabile nei plissé soleil delle gonne in pelle, nelle bluse a scatola delicatamente ricamate, nei mini dress e nelle felpe in pizzo sangallo.

milano-fashion-week-de-vincenzo-ss-2014

Ispirazione nipponica per la collezione ss2014 Gabriele Colangelo che porta in passerella abiti a uovo, giacche kimono, completi lineari e ampi pantaloni alla caviglia all’insegna di un’essenzialità raffinata che si impone anche nella palette cromatica, caratterizzata dalle tonalità neutre del bianco, dell’avorio, del cenere e del cipria, fino ad arrivare al blu notte e al nero.

milano-fashion-week-colangelo-ss-2014

Linee fluide e drappeggi caratterizzano la collezione di Angelos Bratis, al suo debutto sulle passerelle della Milano Fashion Week. Per la primavera estate 2014 lo stilista greco punta su una femminilità rilassata, proponendo abiti fluttuanti in popeline di seta, pantaloni pijama, bluse asimmetriche e ampie tuniche alla caviglia  abbinate a sandali flat dal design minimale.

milano-fashion-week-bratis-ss-2014

Colore è la parola d’ordine per Stella Jean che strizza l’occhio agli anni dorati della Dolce Vita, rielaborando gonne a ruota, abiti a tubino e corsetti attraverso la ‘Wax & Stripes Philosophy‘, quel mix suggestivo di tessuti wax, bon-ton anni ’50 e camiceria maschile che le è peculiare.

milano-fashion-week-stella-jean-ss-2014

Delicata ed eterea la donna di Andrea Incontri, che punta su giochi di proporzioni e silhouette architettoniche volte a conferire alla figura dinamicità e leggerezza. Micro abiti e morbidi long dress in organza di seta sono i protagonisti indiscussi della collezione insieme a stampe e ricami che disegnano nuotatrici, linee rette, acrobate, ballerine e fiori.

milano-fashion-week-andrea-incontri-ss-2014

Atmosfere esotiche e colori vibranti per  MSGM, il brand di Massimo Giorgetti che porta in passerella una collezione scandita da sovrapposizioni e stampe ispirate al mondo del surf. A fare da fil rouge, la camicia bianca indossata con robe bustier, casacche, blazer e gilet fantasia.

 milano-fashion-week-msgm-ss-2014

di Marilina Curci

0

Blog, Fashion Show, Talents

549050_10151859106429100_371016211_nI talenti di Vogue talents e Altaroma in mostra a Palazzo Morando da oggi fino al 22 settembre in Via  S.Andrea 8 a Milano, per questa versione invernale della Milano fashion week. Una selezione lungimirante che tende a sottolineare come il made in Italy e i giovani talenti internazionali siano il vero motore di rinnovamento generazionale inevitabile e desiderabile. Una Milano che per la prima volta dopo molto tempo diventa palcoscenico di lancio di una nuova ondata di giovani talenti, frutto di un altissimo e delicatissimo lavoro di scouting realizzato da Vogue Italia e sostenuto da tutta l’editoria italiana, cartacea a web. keep reading

0

Blog, Talents

Collezione Autunno-Inverno 2012-2013 – “Caccia al decoro”

Sangue messicano, ispirazione francese, mood italiano: questo è Andres Caballero, anima del brand SAN ANDRES Milano, un couturier che ama creare ogni capo singolarmente modellandolo con le mani, drappeggiandolo sul manichino, seguendo i dettami della moda parigina, con l’occhio puntato al pret-a-porter, nel quotidiano elegante e raffinato, tipico del miglior made in Italy. La collezione AI 2013 di San Andres segue tre tipi donne, tre fashion icons differenti nello stile ma accomunate da una caratteristica: essere deliziosamente uniche. Florinda Bolkan sul tema Caccia Chic: linee essenziali e pulite, come il cappotto e la giacca in tweed con inserti in pelle. Palette basica e calda: beige, bruciato, arancio, brandy. Il tema Glamour Rich & decor, raffinato e perfetto:  stile Audrey Hepburn. Le linee sono avvolgenti, morbide: il cappotto in lana e pelliccia mohair accarezza il corpo, l’abito in crepe con pizzo oro lo esalta. Ritornano il beige e il bruciato, accompagnati dalle tonalità più glamourus del tortora e dell’oro. La spigolosa Twiggy ispira invece il Minimal Romantic . Futuristiche le linee: a trapezio, intarsi e curve. Il capo icona è ancora un cappotto, ma stavolta con la manica a raglan e bicolore, come l’abito impreziosito dal fiocco lana-satin. La palette parte da un nero che si stempera nel grigio passando dal blu notte. I tessuti sono tutti preziosi: lana mohair e pelliccia in mohair, lama, lana cashmere, tweed, alpaca, pelle, fanella puntinata, satin, crepe, pizzo.
0