Your address will show here +12 34 56 78
Blog, Trends

Cosa indossare a Capodanno?
Sta per iniziare il conto alla rovescia per il periodo più atteso dell’anno. Avete già pensato look per il party di fine anno? La parola chiave è “osare” facendo però attenzione a non commettere errori di stile. Via libera quindi a tulle e lustrini, abiti dalle forme poco convenzionali, accessori in rosso e alla golden mania.
Ecco i nostri consigli per un look perfetto.

 

 

GOLDEN: I colpi di testa sono assolutamente necessari nella notte di Capodanno. Chi non ha paura di osare, può puntare su un long dress dorato come quello in velluto di Morfosis o un abito in stile barocco come quello di Versace. Per chi invece vuole indossare solo qualche piccolo tocco scintillante, la soluzione è l’accessorio. Vi suggeriamo gli orecchini Nami di Noshi in oro e argento.

RED: E’ il colore must per le feste natalizie. Che si scelga un total look o un semplice accessorio, non si può di certo sbagliare. Il mini dress dal taglio super glamour come quello firmato Sara Battaglia può rivelarsi la scelta vincente. Se invece la vostra idea è quella di spezzare un outfit total black,  gli accessori fiammanti saranno la soluzione. L’ideale quindi è puntare su scarpe e borse. Vi proponiamo le Tallulah in camoscio di Damiano Marini o la Rose Knuckle Box Clutch di Alexander Mcqueen.


TOTAL BLACK:
Che sia una festività o un qualsiasi giorno dell’anno, il nero fa sempre tendenza. Per stravolgere però i classici outfit total black, a capodanno puoi giocare con tulle e swarovski o con tagli asimmetrici ed iper chic. Per chi vuole apparire elegante e scintillante, vi proponiamo la Smiling Moon in a Starry Sky Clutch di Benedetta Bruzziches. Le più romantiche invece non potranno di certo resistire al fascino del tubino monospalla di Pinko o delle Colette shoes di Andrea Mandin.

Adesso hai tutte le carte in regola per iniziare il 2018 con uno stile unico.

0

Blog, NEWS

Specchio dell’anima delle donne, prezioso scrigno custode di segreti, feticcio di culto. È la borsa la protagonista assoluta della nuova edizione di “New Designers at Coin Excelsior“, l’iniziativa che, dopo il successo di gennaio, qualche giorno fa, nell’ambito di AltaRoma, ha acceso nuovamente i riflettori sui giovani talenti.

Il Premium Contemporary Department Store di via Cola di Rienzo ha infatti rinnovato la sua collaborazione con la kermesse capitolina e, sabato 11 luglio, ha aperto le porte a sei creativi emergenti, già conosciuti sulle passerelle della fashion week romana.

Si tratta di una bella opportunità che favorisce un link immediato tra le nuove leve e le realtà commerciali e che, stavolta, amplia le occasioni di mercato di Elena Ghisellini, Federica Berardelli, Giancarlo Petriglia, Paula Cademartori, Sara Battaglia e Zanchetti, i quali, fino al 3 agosto, saranno ospiti dell’edificio liberty, rinnovato dall’architetto Vincenzo De Cotiis.

592_15459

E le loro creazioni proposte per l’autunno inverno 2015-16, oltre ad essere esposte, in alcuni casi saranno anche acquistabili.

Ce ne sono per tutti i gusti: dalle borse caratterizzate dalla dicotomia tra elementi fetish-punk e cromie romantiche pensate dalla Ghisellini a quelle impreziosite dai gioielli che guardano al mondo estetico dell’occhio della Berardelli.

Dalle toy-bag ispirate all’arte contemporanea di Giancarlo Petriglia alle borse glamour attratte dall’universo delle costellazioni di Paula Cademartori.

Dalle borse di Sara Battaglia che giocano con le geometrie di colore come fossero naturale estensione delle frange, a quelle pensate da Giacomo Zanchetti che intraprende, invece, un viaggio surreale alla scoperta della materia.

Non resta dunque che correre a dare uno sguardo e scegliere quella più adatta alla propria personalità!

Mara Franzese
0

Accessory, Blog, Talents
Accenti wild e rigore geometrico. Queste le parole chiave per la collezione FW15/16 di Federica Gatti, designer del brand F2A. Romana, classe 1990, la giovanissima designer per l’inverno che verrà esplora nuove forme di dialogo tra volumi fluidi e pattern eterogenei.
f2aok1
Il gioco incessante di contrapposizioni diviene il punto di partenza per la costruzione di shoulder bag, maxi tote sfoderate tagliate a vivo e clutch-bauletto che sembrano traslate dall’universo concettuale di Anish Kapoor. Anche per questa stagione, poi, le linee pulite, le campiture di colore saturo, insieme alla componente metallica rimangono costanti stilistiche proprie del brand.
F2Aok
Variegata la gamma cromatica, che gioca con sui forti contrasti, passando dai toni decisi del nero assoluto e cioccolato, al rosa peonia, fino ad arrivare alla stampa cow, vero tratto distintivo, tutto rigorosamente in prezioso cavallino.
Martina Briotti
0

Blog, NEWS

Costruzioni geometriche e lineari, accessori metallici e ricercati, materiali preziosi. Gabriele Colangelo lancia una nuova linea di borse per la primavera estate 2015.

Si tratta di sei modelli: 20 articoli in totale – di cui 12 presentati per la collezione resort e 8 per la show collection. Dalle shopping bag decostruite alle clutch gioiello quadrate, le borse pensate dal talentuoso designer milanese, vincitore nel 2008 del concorso Who Is On Next?, si impreziosiscono di dettagli.

Gli articoli, realizzati in suede, pitone e nappa mat, infatti, si arricchiscono di viti piatte, chiusure metalliche bigalvaniche e manici dalla forma prismatica. La shopping presenta una costruzione rovesciata e ha manici rigidi, mentre, la clutch, creata in pony e in un mix di materiali differenti, ha l’impugnatura sagomata.

Inizia, dunque, una nuova avventura per il giovane stilista che rafforza ulteriormente l’ampliamento del suo marchio.

Mara Franzese
0

Accessory, Blog, NEWS, Trends

Oggetto del desiderio, feticcio di culto, status symbol, la borsa non è solo un pratico accessorio a cui nessuna donna può rinunciare, ma è anche uno specchio capace di riflettere la personalità di chi la indossa. Dalle maxi bag alle clutch fino ad arrivare agli zainetti, ce n’è per tutti i gusti. Vediamo allora quali sono i must pensati dai giovani talenti della moda per la prossima stagione calda. keep reading

0

Blog, Interviste, Talents

Un brand giovanissimo quello creato da Federica Berardelli, designer romana di accessori e borse, da poco entrato all’interno del fashion system. Le sue creazioni sono pezzi unici, curati in ogni dettaglio durante tutte le fasi di produzione, completamente Made in Italy e dai materiali altamente pregiati: pelle, pitone, lino e raso tecnico vengono impreziositi, inoltre, da gioielli che rendono il tutto un mix elegante, accattivante ed esclusivo. Ogni modello ha una propria personalità, un’anima che rispecchia la donna forte, intraprendente e fuori da ogni schema, immaginata da Federica Berardelli. Ed è proprio per questo che piace. keep reading

0

NEWS
La primavera è arrivata e, quando la bella stagione ha inizio, noi donne vogliamo lasciarci alle spalle la rigidità e la sobrietà dell’inverno. Benvenuto nuovo guardaroba, benvenuti colori, benvenuti abbinamenti bizzarri. Giochiamo con il nostro stile e con i diversi outfit. Perché non giocare anche con gli accessori? Ecco quindi GABS di Franco Gabbrielli, brand giovane di borse e accessori le cui parole d’ordine sono ironia, sorpresa e trasformazione. Per tutte quelle donne che amano il cambiamento, la vitalità e il divertimento, il designer fiorentino propone borse Made in Italy, raffinate e uniche nella qualità dei materiali e nel design, dirompenti nei colori e nelle fantasie. Grazie alle cerniere e alle clips azzurre, segni distintivi del marchio, le borse si trasformano a seconda delle esigenze e dei desideri, per creare così sempre nuovi volumi e dire addio al conformismo. La collezione SS14 non delude e urla a gran voce lo spirito del brand: viene dedicata alle donne e alla loro vivacità, a diversi mondi, sensazioni e attimi che vengono catturati e impressi nei diversi modelli Gabs, per un tripudio di colori, di stampe e di vita. DModa ha intervistato per voi Franco Gabbrielli.

gabs-bag-clutch-righe-pe-14

Com’è nata la tua passione per il mondo della moda? Ho ereditato la mia passione da mio padre Vittorio, che negli anni settanta aveva fondato l’azienda Vittorio Gabbrielli che produceva il marchio di alta pelletteria ‘Beghè’: per tanti anni ho respirato il profumo della pelle anche in casa, sarà per questo che mi è rimasto nel cuore e tutt’ora lo sento ancora mio.

Quando hai capito che il tuo più grande desiderio era quello di disegnare proprio borse? Il fatto di aver vissuto fin da bambino all’interno di quel mondo mi ha indirizzato verso una strada ben precisa, quando poi il progetto Gabs è diventato realtà (inizialmente con mia sorella, poi da solo) ho realizzato che quello era ciò su cui volevo investire: creare un progetto innovativo, un prodotto che sul mercato ancora non esisteva e che avrebbe fatto sorridere e divertire tutte le mie clienti.

gabs-pe-2014

Che cosa contraddistingue le creazioni Gabs dalle altre? Le borse Gabs si distinguono soprattutto grazie alla trasformabilità e all’ampia gamma di colori e materiali. Dico sempre che le mie borse devono portare allegria, Gabs è colore e dinamicità, qualcosa di accessibile che rallegri la routine di tutti i giorni.

Qual è la filosofia del tuo brand? La filosofia Gabs si basa sue tre ingredienti principali: divertimento, colore e Made in Italy. Ogni cliente si può divertire a cambiare borsa, uscire la mattina con una shopper e rientrare a casa la sera con un bauletto, il tutto arricchito da colori sgargianti e pellami 100% italiani.

gabs-stampe-pe-2014

Tre borse in una. Perchè per te è così importante il concetto di trasformazione? Le trasformazioni divertono e sorprendono. Tutto il mondo Gabs ruota attorno al concetto di trasformazione, quando presento un nuovo modello vedo il divertimento nel viso di chi ho davanti e capisco che ho inventato un modello giusto. Tengo al fatto che le mie creazioni non siano mai scontate, che si distinguano dalle altre. Gioco ed ironia devono essere all’ordine del giorno.

Raccontaci qualcosa sulla collezione SS 14. La vera novità della Collezione estiva 2014 è GPack, uno zainetto trasformabile che, una volta tolte le bretelle, diventa secchiello o bandoliera, vedendolo in versione borsa non diresti mai che in poche mosse lo puoi mettere sulle spalle! Da questa stagione abbiamo inoltre inserito anche i magneti come strumento di trasformazione, comodi e facili da utilizzare.

gpack-gabs-ss-14

Una borsa Gabs è… È COLORE, GIOCO e FANTASIA. E’ una borsa che stupisce per la qualità, unicità e sofisticatezza nel design: studiamo le trasformazioni e le varianti colore nei minimi dettagli, vogliamo offrire a tutte le donne del mondo un modello che le rispecchi.

Erika Molinari

0

Blog, Interviste

C’è chi non vuole trascurare l’importanza del Made in Italy e Sara Turatello, designer bolognese, di certo non lo fa. Lei, con il suo brand Les Envers, vuole garantire sempre un’ elevata qualità e una cura meticolosa dei dettagli in ogni suo prodotto: le sue borse sono edizioni limitate che racchiudono l’eccellenza dell’artigianalità italiana, con materiali selezionati con attenzione e un design ricercato. La designer gioca con i colori e con le forme, per un risultato magico, ironico e che fa sognare. Il tutto senza rinunciare alla comodità e alla praticità, propria di questo accessorio. Con la sua AI 2013/2014 ci trasporta nella dimensione celeste, presentandoci nuvole e stelle dal gusto rock/grunge. Una collezione ispirata agli anni Ottanta, in cui esplodono colori accesi e sgargianti che rispecchiano l’umore e le sensazioni della designer. DModa ha incontrato Sara Turatello: ecco cosa ci ha raccontato.

les envers2

Quando hai deciso di lanciarti nel mondo della moda e creare borse?

Ho studiato all’Istituto Marangoni di Milano, ho sempre avuto la passione per la moda e da bambina avevo già le idee chiare su quel che avrei voluto diventare da grande: la stilista. Ho iniziato a creare borse solo nel 2010, per scelta di business. Volevo iniziare a vendere online e sapevo che l’accessorio, in particolar modo le borse, è sempre stato il più venduto su internet e così mi sono lanciata, nonostante non sapessi nulla di produzione di pelletteria; ho imparato tutto da un artigiano bolognese.

Ha un significato particolare il nome del tuo brand “Les Envers”?

Les Envers in francese significa “gli inversi”, i contrari. Mi rispecchia, sono un po’ io, il tutto e il contrario di tutto. È nato quando studiavo alla Marangoni: le mie collezioni si chiamavano così, mi ci sono affezionata negli anni e l’ho voluto mantenere.

cloud

Da cosa trai ispirazione per la creazione delle tue borse?

Da tutto ciò che mi circonda e da come mi sento io, ovviamente seguendo sempre le tendenze. Amo creare borse magiche e ironiche e spero che questo si possa vedere.

Che cosa distingue Les Envers dagli altri giovani brand emergenti?

Penso che, al giorno d’oggi, il prezzo sia molto importante e il rapporto qualità-prezzo ancora di più. Inoltre, ho preferito fare una scelta di qualità per non deludere le esigenze della mia clientela, puntando sull’eccellenza della qualità italiana. Le mie borse sono per donne ironiche, che amano avere un prodotto ricercato, donne che amano osare e che vogliono distinguersi.

Quali pensi siano le caratteristiche più importanti per riuscire a emergere tra tanti?

Sicuramente la qualità del prodotto. Emergere in questo periodo è difficile, anche perché di designers di borse ce ne sono veramente tanti ormai. L’arma principale è una combinazione di pazienza, tenacia e costanza.

popins

Dici che ogni tua collezione nasce in base ai tuoi stati d’animo. Quali sensazioni hanno portato alla tua AI 13/14?

“La testa tra le nuvole”. Quando ho disegnato questa collezione ero incinta e mi sono sentita molto creativa.

Come descriveresti una borsa Les Envers?

La Poppins è stata fino ad ora il prodotto più venduto; è nata perché volevo creare una borsa da utilizzare tutti i giorni, comoda e leggera e soprattutto capiente, così mi è venuta in mente la borsa di Mary Poppins. La maggior parte delle mie borse prendono il nome/soprannome delle mie amiche. La mie preferite sono la Schioc Cloud Bag e la Hat Bag dell’Inverno scorso, descrivono ciò che sono. Le borse di Les Envers le distingui perché sono animate, penso abbiano un cuore, forse il mio.

Erika Molinari

0

Blog, Trends

La perfetta simbiosi fra donna e borsa è la sintesi di un rapporto in cui l’accessorio si trasforma in archetipo di vera e propria casa mobile: niente racchiude e racconta sé stesse meglio della propria borsa. Alcune di queste diventano pietre miliari avulse da ogni logica temporale, altre raccontano fugaci stagioni, ma tutte, sono l’accessorio che esprime al meglio la fantasia dei designer. Quando il lusso diventa creatività e questa diviene veicolo di messaggi eco-friendly, nasce il binomio perfetto fra moda ed ambiente.

matt-natt-vegan-bag keep reading
0

Blog, Trends

BI-BAG, brand di doppie borse uniche e innovative realizzate in pvc trasparente, presenta la nuova serie VINTAGE, dedicata a chi vuole rivivere la moda: il volto meraviglioso di Audrey, la mitica Vespa, le fantasie psichedeliche degli anni Settanta, le stampe degli anni Ottanta.

Easy Vintage_AudreyDaily AI-2012-13
La serie Vintage è disponibile in 4 formati: le due pochette Holiday e Luise, la prima con catena a tracolla, la seconda con manici rigidi in plexiglass e le due maxi shopping bag, Daily e Easy.
PHV-010 Luise AI-2012-13
Tutti i modelli sono realizzati in pvc, leggero e confortevole con un sistema brevetto di clip che permette una rapida sostituzione dei rivestimenti interni, per goderti la stessa borsa ogni volta diversa.
Per ulteriori informazioni: www.bi-bag.it
 
0

Blog, Trends

zenati-bagZenati, brand di borse made in Italy, nasce dall’esigenza di creare un prodotto di alta qualità, no logo e con una ben definita personalità. Erica Zenati ha un passato di collaborazioni con grandi griffe del made in Italy. E’ proprio questo suo passato che la porta a  portare avanti un progetto che si distingua nello stile e nella qualità del pellame. keep reading

0

NEWS

foto 4Mix Match nasce da un’ideale di purezza estetica immediata. La borsa “monovolume” compatta e leggera concentra un desiderio profondo di semplicità: l’unica apertura si chiude con due bande elastiche che trattengono la patella. Makio Hasuike rinnova se stesso e la sua visione del prodotto borsa con un progetto fortemente innovativo. “Ho voluto realizzare una forma semplice quasi una sintesi della storia della cartella, partendo da quella utilizzata per la scuola. E’ una strada nuova e anticipatrice per l’uso di questo materiale e del processo produttivo ad esso connesso che nello stesso tempo ci riporta alle origini, questo nuovo progetto ci dà la sensazione di essere tornati a casa dopo tanti giri” afferma Makio Hasuike. keep reading

0

NEWS

Si Ispira alla Venezia del raccontata da Tiziano e Lorenzo Lotto la collezione Arnoldo][Battois A/I 2013-­?14:  luce cupa e   morbida, viaggi,  velluti e broccati, dettagli e raffinata artigianalità. Nascono così borse da viaggio e cartelle da lavoro, rese contemporanee da formidabili lavori su lucchetti, cerniere,  patte rifinite da  cornici e grandi tasche a soffietto. keep reading

0

Blog, Talents
Oggi incontriamo Lucilla Paci, designer dell’omonimo brand.

Come è iniziata la sua carriera?

Io nasco come architetto, ma ho sempre avuto la passione per la moda, per gli accessori, e quindi ho deciso di applicare la mia conoscenza a questo campo. Si tratta sempre di progettazione, anche se in scala diversa e con materiali diversi.

Tema della collezione?

Il mio elemento caratteristico è lo sviluppo in 3d, il fatto di riuscire a modificare proprio la struttura delle borse, sviluppando le tre dimensioni e non solo cambiando i colori e i decori.

Qual è il pezzo “must have”?

Le spalliere e le borse da indossare, che hanno nuove forme per soddisfare esigenze funzionali. Stile amazzone moderna.

E tra i materiali utilizzati, quali predilige?

Preferisco in genere pelli ovine perché sono quelle più sottili, elastiche, che permettono questo tipo di lavorazione. Abbiamo introdotto da questa stagione anche un rettile, ma non volevamo utilizzare specie protette, quindi abbiamo cercato un animale che potesse avere queste caratteristiche ed essere tinto in nero opaco e infine abbiamo introdotto anche un lamè tra l’oro e il bronzo.

Progetti futuri?

Diciamo che è sempre tutto molto in movimento, adesso ad esempio siamo entrati in un negozio molto importante a Bologna. Il nostro progetto iniziale focalizza il concetto dell’alta moda sugli accessori.

a cura di Valentina Bello

photocredits: Eleonora D’Urbano

0

Blog, Talents

Konfidence è un giovane brand africano fondato nel 2012 dalla designer e imprenditrice ghanese Confidence Haugen.

Le idee su cui la designer fonda la sua linea sono quelle di una donna sofisticata, attenta alla proprie radici culturali ma proiettata verso il nuovo. Nascono così scarpe, borse e accessori per soddisfare le esigenze di una donna moderna e globale.

Che si tratti di una borsa a dondolo per ufficio o da giorno o una pochette bon ton per la sera, per una cena formale, rimangono inalterate le caratteristiche fresche e giovani del brand.

keep reading

0

Blog, Fashion Show, Talents

Un sofisticatissimo brand di borse realizzato dal duo  di stilisti veneziani: Silvano Arnoldo e Massimiliano Battois.

Una ricca esperienza lavorativa (tra i brand con cui hanno lavorato Mila Schön, gruppo Marzotto, Scherrer, Cardin, Laura Biagiotti, René Caovilla…) che porta alla lunga collaborazione con Roberta di Camerino, determinante per la crescita professionale e la scoperta di una nuova passione: l’accessorio borsa.

Il risultato di questa collaborazione è una sfida importante per il duo, che nel 2001 decide di creare una collezione di abiti e accessori con un proprio marchio e di testarla in prima persona aprendo uno spazio a Venezia.

keep reading

0

Blog, Trends

Blue elettrico, giallo fluo, verde mela, fucsia, arancione, lilla e oro questi sono solo alcuni dei colori scelti da IL’16, giovane marchio dell’imprenditrice Roberta Iliprandi, per l’esplosione di allegria e glamour che invaderà l’estate del 2012.

Le comode pochette caramella, proposte in un’infinità di colori, si presentano come piccoli bon bon, morbidi al tatto e dolci alla vista. Create a mano da esperti artigiani sono tutti pezzi unici che si distinguono per originalità, praticità ed elevata qualità dei materiali. keep reading

0

Blog, Trends

SW3 MODERN CRAFT

Contenitori Creativi di Concetto

Il progetto SW3 “Modern Craft” è stato ideato nel 2011 dal designer italiano Neri Pagnan. La più grande passione di Neri è da sempre la ricerca di oggetti unici, lavorati come un tempo dalle abili mani di esperti artigiani, passione questa alimentata viaggiando alla scoperta di mercatini, fiere ed esposizioni d’arte. Il logo del brand infatti prende vita da una piccola forbice antica trovata da Neri in un mercatino a New York, il nome del brand, invece, deriva dal post code del quartiere di Chelsea a Londra, famoso per il suo inconfondibile stile, a cui Neri è molto legato. keep reading

0

PREVIOUS POSTSPage 1 of 3NO NEW POSTS