Your address will show here +12 34 56 78
Accessory, Blog, Rubriche, Trends

Azzurro. Insolito, sofisticato, inaspettato. E’ lui il colore della primavera estate 2018.

Dalle tonalità pastello alle nuances più decise, il light blu è il protagonista indiscusso della prossima stagione calda. Noi non potevamo certo ignorarlo e per questo ecco la nostra selezione per indossarlo scegliendo tra le proposte più interessanti.
keep reading

0

Accessory, Blog, Rubriche, Trends

Pois. Dalle Pin-up a Audrey Hepburn e Marilyn Monroe, sono un classico intramontabile che ci porta a rivivere l’eleganza dei celebri anni ’50.

Come disse Marc Jacobs “there is never a wrong time for  polka dots”. In effetti il celebre designer ci aveva visto lungo e, anche per questa estate, i pois tornano i protagonisti della passerella. keep reading

0

Accessory, Blog, Trends

Animalier. Glamour e super chic, tavolta elegante, a volte provocotorio. L’animalier ha da sempre affascinato molti designer. E oggi torna tra i must have della prossima stagione.

E se un tempo era adatto solo alle “Bombshell”, dalla metà degli anni ’50, grazie a Christian Dior che sdoganò questo concetto, iniziò ad essere apprezzato da molte Star e Maison di moda.
Persino Audrey Hepburn, icona di stile ed eleganza per eccellenza, indossò un cappello maculato firmato Givenchy. Negli anni ’80 Roberto Cavalli gettava le basi per il suo DNA stilistico e Valentino veniva soprannominato “Il Re della giugnla della moda”.
keep reading

0

Blog, Trends
Fra i top trend moda per questa primavera-estate 2018 ecco le righe. Un vero e proprio revival, perché le righe, si sa, non passano mai di moda.

Righe! Mother of Pearl, brand inglese celebre per la particolare attenzione alle stampe e al design, ci propone nella Collezione estiva 2018 un look head to toe in seta costituito da pantaloni palazzo, blusa e blazer a bande bianche e rosse. keep reading

0

Blog, Trends

Cosa indossare a Capodanno?
Sta per iniziare il conto alla rovescia per il periodo più atteso dell’anno. Avete già pensato look per il party di fine anno? La parola chiave è “osare” facendo però attenzione a non commettere errori di stile. Via libera quindi a tulle e lustrini, abiti dalle forme poco convenzionali, accessori in rosso e alla golden mania.
Ecco i nostri consigli per un look perfetto.

 

 

GOLDEN: I colpi di testa sono assolutamente necessari nella notte di Capodanno. Chi non ha paura di osare, può puntare su un long dress dorato come quello in velluto di Morfosis o un abito in stile barocco come quello di Versace. Per chi invece vuole indossare solo qualche piccolo tocco scintillante, la soluzione è l’accessorio. Vi suggeriamo gli orecchini Nami di Noshi in oro e argento.

RED: E’ il colore must per le feste natalizie. Che si scelga un total look o un semplice accessorio, non si può di certo sbagliare. Il mini dress dal taglio super glamour come quello firmato Sara Battaglia può rivelarsi la scelta vincente. Se invece la vostra idea è quella di spezzare un outfit total black,  gli accessori fiammanti saranno la soluzione. L’ideale quindi è puntare su scarpe e borse. Vi proponiamo le Tallulah in camoscio di Damiano Marini o la Rose Knuckle Box Clutch di Alexander Mcqueen.


TOTAL BLACK:
Che sia una festività o un qualsiasi giorno dell’anno, il nero fa sempre tendenza. Per stravolgere però i classici outfit total black, a capodanno puoi giocare con tulle e swarovski o con tagli asimmetrici ed iper chic. Per chi vuole apparire elegante e scintillante, vi proponiamo la Smiling Moon in a Starry Sky Clutch di Benedetta Bruzziches. Le più romantiche invece non potranno di certo resistire al fascino del tubino monospalla di Pinko o delle Colette shoes di Andrea Mandin.

Adesso hai tutte le carte in regola per iniziare il 2018 con uno stile unico.

0

Blog, Trends

Tra i modelli di scarpe più trend di questa stagione possiamo sicuramente trovare loro: Gli stivali.

Non vi sono di certo passati inosservati gli stivali in glitter di Saint Laurent o quelli “a calzino” di Balmain? No di certo! E se invece vi dicessimo Biker,  con quel tocco “underground” che affidano ad ogni look  un’allure grintosa e sicura? E, poi, non possiamo dimenticare loro, gli intramontabili stivaletti con il tacco largo e un’aria un po’ retrò. Insomma, ecco i modelli più cool di questo inverno! keep reading

0

Blog, Trends

atura d’inverno? La risposta è si!
Un trend davvero non convenzionale per la stagione fredda, ma davvero cool quest’anno è il tema naturale. In questa stagione A-I 2017/2018 abbiamo visto sfilare in passerella maxi-dress, camicie, gonne e giacche in un tripudio di stampe floreali, foliage e cortecce.
Nuances sobrie e calde richiamano le sfumature di stagione, spingendosi fino ai più intensi rosso e viola, donando al nostro look un appeal sofisticato e superfemminile. keep reading

0

Blog, Trends

Quello degli orecchini spaiati è uno dei trend imperante sulle passerelle. Che siano invadenti o essenziali, geometrici o organici nessuna potrà fare a meno di indossarne una variante. Il significato di “spaiato” lascia, quindi, grandissima libertà di espressione. Che vogliate indossarli dello stesso brand o mixarne diverse, la parola d’ordine e Mix and Match! Non potrete sbagliare. keep reading

0

Blog, Trends

I 5 must have di questo inverno non potranno assolutamente mancare negli armadi di ogni donna.

Il giallo ancora una volta predomina sulla scala di colori e dona energia e positività a tutti i capi. Proposto nelle sue sfumature più di carattere, sarà uno dei colori più trend di tutta la stagione.

La sensualità che concede uno stivale cuissard non è da sottovalutare. Neri, bordeaux o rossi. Laccati, di vernice o di camoscio. I cuissard saranno davvero un must have al quale non sarà semplice sottrarsi. keep reading

0

Blog, Trends

Il velluto, dopo essere stata una tendenza fugace nella scorsa stagione invernale, torna come protagonista sulle passerelle delle collezioni fall winter 2017/18.

Grazie al tessuto morbido e ai toni accoglienti, il look in velluto dà vita ad un mix and match di stili per diverse personalità, adattondosi a qualsiasi tipo di outfit. Il must di questa stagione è utilizzarlo per il total look. Da top agli abiti, da jumpsuits agli stivali, ogni fashion victim non ha scuse per sottrarsi alla Velvet-Mania.

Come non amare ad esempio la tuta di Morfosis, abbinata magari con una camicia in plumetille nude?
I boots Balenciaga sono delle decollette con finto calzino in velluto. Tocco sensuale ad una scarpa che già promette di diventare una it shoe.

Super cool i mocassini di Trenta7 con punta in velluto color oliva e chiusura a cartella oro: per donne sofisticate dal look ricercato. Per le amanti del total pink un must have è la sneakers rosa di Chiara Ferragni per Superga, magari da abbinare ad una romantica gonna blu con drappeggio di Roland Mouret o un red velvet dress di Federica Tosi
 








0

Trends

Weekend sulla neve: ecco le tips di stile per essere al top anche sulla neve

Weekend sulla neve? Ecco qualche consiglio di stile per avere un look impeccabile e non perdere la propria eleganza dentro e fuori le piste da sci. Due pezzi immancabili nella nostra valigia per un weekend in montagna sono gli occhiali da sole, come quelli proposti da Poshead, necessariamente super cool e glamour. E ancora,  gli ski boots, quelli di Casadei ci hanno fatto innamorare, indossati dopo qualche discesa, magari per raggiungere una baita e rilassarsi mentre si sorseggia una tisana calda. keep reading

0

Blog, NEWS, Talents, Trends

Volumi lineari e pattern eterogenei, superfici ruvide e dettagli siderali. Questi gli elementi che pervadono le silhouette dall’appeal geometrico della collezione FW15-16 di Project149.

pr

Venature iridescenti di ispirazione geologica e applicazioni in plexiglass per  bluse jacquard e cardigan di lana e cashmere. Geodi cristallini campeggiano su sweater e abiti dalle linee pulite, mentre il jersey tecnico  conferisce viscosità a micro top, gonne a trapezio e completi allprint. Immancabile il richiamo sporty – una costante nell’universo stilistico del brand – rintracciabile nei pantaloni cargo e nei dress scuba con coulisse in vita, come nelle bluse in felpa a motivo galaxy.

pr1La palette cromatica segue gli echi naturali: la scala rarefatta dei grigi interseca sottotoni ecrù per giungere poi al bronzo, al verde malachite, al blu avio fino al turchese e all’arancio fluo.

Martina Briotti

0

Blog, Rubriche, Talents, Trends

I delicati alberi di ciliegio e i meticolosi giardini zen sono la cornice di una rigorosa riflessione sulle forme tradizionali del Giappone, filo conduttore della Collezione Fall Winter 2015-2016 di Chiara Baschieri.

4xxnR4eNJ7Tc0twTwFPt5H7RYWo3pTorhkhI7fxbz7M,58M9V2_3b9YApqmOKPhijJkQQcA6O4ESoSJyvXycuw4

Le maniche a campana dall’effetto kimono dialogano con cappe e pantaloni dalle linee over, mentre coat oro in neoprene spalmato e lane cardate danno carattere alla leggerezza delle bluse in crepe de chine. Sperimentalismo materico e tradizione sartoriale nobilitano materiali poveri come la rafia, restituendone un allure sofisticato, anche laddove audaci tagli creano vertiginose scollature iperfemminili.

9GxYjjCp_-PAP2THEF5x4nWeGMZbEV74hCrLzQRkk58,-cBoZLb_p3nip2fd_kpPr1eeNCK6hrY3ntkpxj6dLKE

La palette cromatica segue le regole della Porcellana di Imari, muovendosi dai toni del bianco, nero e grigio a quelli più accesi del blu elettrico e dell’arancio ossido. Completano il look, poi, le clutch e le cartelle in pelle di vitello e cavallino nei cui dettagli, quasi grezzi e granulosi al tatto, si celano raffinate cesellature geometriche, secondo il naturale approccio allo sperimentalismo artigianale giapponese.

Martina Briotti

0

Blog, Fashion Show, NEWS, Trends

Ammettiamolo, il giorno in cui sfila Prada non ce n’è per nessuno. L’attenzione (per lo meno di chi sta scrivendo) è tutta per la passerella di Miuccia. Ad ogni modo, le aspettative non sono state disattese.

1

Il grande gioco delle sovrapposizioni inizia con i bermuda che diventano shorts e scompaiono sotto le grandi camicie aperte; le impunture a contrasto si mostrano vive nei blazer e nei pantaloni slim che si portano con i morbidi spolverini e le maglie zippate. Un attitude vagamente sportiva e sicuramente sfrontata in cui la radicalità dell’outfit emerge in tutta la sua portabilità. Una collezione pragmatica, una vera e propria call to action: la moda si fa breve, contemporanea e corre sui tessuti tecnici di questa ennesima collezione manifesto.

2

Di tutt’altro avviso Alessandro Dell’Acqua che per la sua collezione N°21 propone uno stile che fa della praticità la sua bandiera, attingendo a piene mani dal mondo dello sportswear. Salopette, tshirt, bomber: i capi sono classici, i volumi stravolti e ridisegnati, oltre che over e stirati.  Capo must la canotta, impreziosita e sdoganata dalla scelta del pizzo, che s’innalza a nuovo portavoce di un’eleganza personale, minimal e mai banale.

3

Gira intorno all’essenziale e come sempre ne propone ogni sfaccettatura Italo Zucchelli per Calvin Klein Collection. Per la prossima primavera/estate punta tutto su una palette neutra, spezzata solo da qualche sprazzo di colore sulle tshirt manica lunga impalpabili; una passerella che ripropone i capi iconici del brand in denim o in jersey, accostandoli al neoprene e al popeline. Il fit attillato di giacche e pantaloni stride volutamente con i volumi ampi dei parka. Anche per Calvin Klein Collection non si può non affrontare l’estate senza uno zaino in pelle: vero must delle passerelle.

4

Chiude i primi due giorni di Milano Moda Uomo Vivienne Westwood: non si può scrivere nulla di diverso rispetto ai fiumi d’inchiostro versati negli anni. Anticonformista, eccesiva, eclettica, sopra le righe: ogni perifrasi sarebbe azzeccata anche stavolta e anche per l’ennesima collezione, questa, che spoglia il maschio e machizza il suo corpo seminudo. Le influenze vagamente etno e i chiari rimandi agli anni Ottanta raccontano la storia di questo brand made in England. Ma siamo sicuri che basti?

Andrea Pesaola

0

Blog, Fashion Show, NEWS, Trends

Come sarà l’uomo della prossima primavera/estate? Una domanda piuttosto scomoda che ogni anni a giugno ci poniamo con una certa insistenza.  La curiosità ci attanaglia e allora sbirciamo le passerelle per sedare quest’ansia da defilé.

Non solo Milano, comunque: Moschino porta il suo uomo – un novello Re Sole in salsa Harley Davidson –  a Firenze durante Pitti Uomo, tra ispirazioni seventies e vagamente rock: un mix and match assolutamente kitsch come solo Jeremy Scott riesce a proporre, senza troppa attenzione agli accostamenti. Così, tra una rouche e un maxi pois, un pizzo e un torero in frack, riusciamo a portare a casa anche questo show.

1

Sul versante Milano, invece, la proposta è quanto mai variegata ed eterogenea.

2

Da Zegna Stefano Pilati porta in passerella una virilità romantica, fatta di colori rigidi e arroccata su una silhouette rigorosa nelle lavorazioni ma rilassata nelle forme. È così che le giacche avvitate scendono sui volumi  morbidi dei pantaloni ampi e la delicatezza della seta sposa, in un armonioso contrasto del tutto riuscito, la spavalderia della pelle. Anche gli accessori strizzano l’occhio al più classico dei guardaroba, completandosi con boots e slippers con le frange che raccontano un uomo che smette di prendersi troppo sul serio.

3

L’eleganza altera di Emporio Armani, invece, non tradisce il DNA del brand e porta in passerella una più che riuscita rivisitazione del classico suit. Le camicie con il collo alla coreana vengono indossate sotto giacche insellate, la cui sartorialità incontra le pence applicate agli ampi pantaloni del più classico dei completi. I tessuti sono preziosi e in perfetta sintonia (la georgette dialoga in maniera eccellente con il nylon) e gli accessori spaziano dalle sneakers ai maxi zaini in pelle.

4

Di tutt’altro avviso Jil Sander che porta in passerella il suo minimalismo, arricchito stagione dopo stagione di nuovi spunti. La tela spalmata dei parka gioca con il denim patch ma non  interrompe la silhouette compatta e silenziosa dei capi. La palette rafforza ancor di più questa tesi e non si spinge oltre il nero, il grigio e il verde militare. Comun denominatore con gli altri brand, le sneakers preziose e gli zaini comodi.

5

Quando da Marni la sartoria incontra lo sportswear, il risultato non è mai scontato.  Una silhouette precisa e dritta che si spira ai primi anni Settanta nei lunghi colli che spuntano dalle giacche e nei bermuda ampi e delicati. Gli spolverini leggeri poggiano sopra i completi eclettici con i dettagli a contrasto. Meno ironici gli accessori che riportano a terra la collezione: porta documenti e sneakers in pelle interrompono il ritmo della passerella. Ma il bello di Marni è anche (e soprattutto) questo.

6

Come nella più classica delle tradizioni, Versace propone un uomo tutto suo, sempre coerente con l’immagine (diciamolo pure: un po’ calcata) della griffe. Un gioco di sovrapposizioni  enfatizzate dai volumi ampi e rilassati; lo streetstyle fa capolino dalle bandane e dalle pesanti collane in metallo appese al collo. Il dualismo over/slim  è il fulcro della collezione e si palesa nelle giacche in pelle striminzite e nelle camicie lunghe ben oltre il ginocchio.

Andrea Pesaola

0

Blog, Talents, Trends

La sacralità epica del popolo delle Janas – secondo le leggende minute fatine tessitrici dell’entroterra sardo – è il punto di partenza per la collezione FW 15-16 di Quattromani. Il duo composto da Massimo Noli e Nicola Frau ha portato in passerella, per la prossima stagione fredda, silhouette lineari e forme asciutte di ispirazione 70’s combinate alla ricchezza materica e a un costante approccio sperimentale. Le piccole Janas, disegnate per Quattromani dall’artista visuale La Fille Bertha, si rivelano in un simbolico rituale prodigioso, su camicie e maxi dress.

quattro1

«Il mondo delle leggende è magico e misterioso» racconta La Fille Bertha «lascia ampio spazio all’immaginazione e all’interpretazione. Altrettanto magico è stato interpretare per Quattromani questo tema a me caro, che ricorre come un fil rouge fin dalla mia infanzia. Le due figure femminili incarnano simbolicamente una l’aspetto vampiresco delle Janas, l’altra quello fatato».

quattro2

L’attenzione è focalizzata sulla maglieria, con shirt, body slim fit e pantaloni svasati, completati da inserti eco-fur e finiture lurex effetto stripes double color. Morbidezza ricercata anche nei capospalla, nel poncho in lana merinos e nei dettagli pon pon di minidress, sweater e culotte.

La palette cromatica spazia dal solare bianco lana fino al rosa, lilla e cammello, stupendo nei lampi purpurei, canarini e cremisi, per fermarsi poi su più ombrati cenerini, blu e nero. A completare i look, infine, mini clutch nero carbone, in vernice e borchiette dorate, piattine mini e maxi e i bauletti in pelle cipria.

 Martina Briotti
0

Blog, Talents, Trends

Prendete Vienna e il suo classicismo settecentesco. Lasciatevi trasportare per un momento dalle armoniche sinfonie di Mozart e Beethoven. Vi ritroverete così nel mondo dal quale parte l’ispirazione per la collezione FW2015|16 di Trenta7 by Eleonora Moccia.

Tra armonia ed eleganza, antichi palazzi e teatri, drappeggi e rossi sipari di velluto, l’immaginario rococò della designer si traduce così nelle nappine alla caviglia di decolleté con calzino o scollate, nei mocassini bicolor, nelle chiusure a cartella interscambiabili e negli stivali dal mood soldier.

trenta71 trenta72 Accanto alla classica nappa e vitello, ecco che la designer romana, classe 1981, accosta il velluto e il raso, fino ad elementi in eco-fur dai colori accesi. La palette cromatica spazia dal giallo senape, al viola, al verde salvia, passando per il nero assoluto, il blu ottanio fino a un iconico oro.

Martina Briotti

0

PREVIOUS POSTSPage 1 of 8NO NEW POSTS